Rete civica di Trieste   procedimenti

Logo del comune di Trieste

Comune di Trieste
Ufficio Relazioni con il Pubblico
piazza Unità d'Italia, 4

Stampa stampa

  Famiglia - Assegno di maternità previsto dalla normativa nazionale
Evento della vita Avere un figlio
Informazioni generali Contributo economico concesso alle madri non occupate o non aventi diritto al trattamento di maternità, per nascite, adozioni e affidamenti preadottivi. L'assegno viene erogato per 5 mesi, in un’unica soluzione. Per le nascite/ adozioni/affidi avvenute nel 2016/2017 è stato fissato in € 338,89 per cinque mensilità e quindi a complessivi Euro 1.694,45, se spettante nella misura intera. La domanda va presentata al Comune che conclude l’istruttoria e trasmette i dati all’INPS. Successivamente l’INPS provvede ad erogare direttamente l’assegno.
Requisiti richiesti 1. Essere cittadina italiana o comunitaria o se extracomunitaria in possesso della carta di soggiorno o del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Le cittadine extracomunitarie in possesso dello status di rifugiate politiche sono equiparate alle cittadine italiane- 2. Essere residente nel Comune di Trieste - 3. Non essere in possesso del trattamento previdenziale dell’indennità di maternità - 4. Avere un ISEE che non sia superiore a € 16.954,95 (per nascite/adozioni/affidi 2016 e 2017)
Documenti da presentare Domanda per l'attribuzione dell'assegno su modulo predisposto; ; fotocopia della carta di identità, per le cittadine extracomunitarie fotocopia del titolo di soggiorno;I.S.E.E.
Entro quale termine La domanda deve essere presentata al Comune entro 6 mesi dalla data di nascita o di adozione del bambino.
Dove andare Area Servizi e Politiche Sociali – Via Mazzini, 25 – piano terra
A chi rivolgersi Sportello Famiglia
In quale orario Lunedì e Mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle 14.00 alle 16.30; Martedì dalle ore 9.00 alle 12.30
Telefono numero verde 800 884 800
Casella di posta elettronica cui presentare l'istanza (per i procedimenti a istanza di parte)
Tempi massimi di conclusione
Per attività dell'Amministrazione Comunale 90 giorni
Per attività di altri enti competenti 45 giorni
Tempo complessivo per la definizione del procedimento 135 giorni
Normativa di riferimento Art. 74 del D.Lgs. 15/2011 già Legge 448/1998 articolo 66
Responsabile del procedimento Il Direttore di Servizio dott. Luigi Leonardi
Responsabile dell'istruttoria Serena Kandus
Responsabile dell'adozione del provvedimento finale (se diverso)
Telefono 040 6754232
Struttura competente Servizi e Politiche Sociali, Servizio Strutture e Interventi per: Disabilità, Casa, Inserimento Lavorativo, Accoglienza, -
Possibilità di concludere il procedimento con il silenzio-assenso dell'amministrazione o possibilità di sostituire il provvedimento con una dichiarazione
Eventuali link per i servizi on-line
Modalità per effettuare i pagamenti a favore del Comune
Soggetto cui è attribuito il potere sostitutivo cui rivolgersi in caso di inerzia Direttore del Servizio dott. Luigi Leonardi
Modalità per attivare tale potere Istanza scritta e motivata con cui si segnala l'inerzia utilizzando il modulo in allegato
Telefono del soggetto che detiene il potere sostitutivo 040-6758387
Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, a favore degli interessati, nel corso del procedimento, nei confronti del provvedimento finale o nei casi di adozione oltre il termine di conclusione e i modi per attivarli
Eventuali risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati
Note: Il procedimento è stato creato / modificato l'ultima volta il 19/9/2017 alle ore 10:31
Documenti
scaricabili
modulo    827_DOMANDA MATERNITA.pdf
informativa    827_informativa 2017.pdf
 
[ torna al pannello di ricerca ]    [ torna all'elenco dei procedimenti ]
distanziatore
Stampa