Retecivica del Comune di Trieste
 canale youtube del Comune di Trieste  facebook del Comune di Trieste  twitter del Comune di Trieste indirizzi e contatti  pec  RSS
home  in comune  organi istituzionali  comunicati stampa  urp  centri civici  amministrazione trasparente  come faccio per 

trieste a 360° di S. PersiTrieste a trecentosessanta gradi” di Silvia Persi
Sala Comunale d’Arte piazza dell’Unità d’Italia, 4
24 novembre – 14 dicembre 2008
Inaugurazione:
lunedì 24 novembre 2008 ore 18

Può sembrare – scrive Massimo Tosello -, e in parte lo è, un omaggio a Trieste. Questo lavoro oltre ad essere il risultato di ricerche portate avanti per gli studi accademici, ben rappresenta infatti, l’amore incondizionato che Silvia Persi ha per la sua città. Non a caso tra le immagini presentate è possibile vedere alcuni tra i punti più caratteristici, architettonici e naturalistici, che l’hanno resa nota ai più. Ciò però non ha compromesso, ovviamente con gli inevitabili limiti che contraddistinguono ogni ricerca soprattutto se giovanile, una rappresentazione che dia conto di un territorio la cui principale caratteristica è di essere di frontiera, frontiera si noti bene e non confine, ovvero un luogo di intensi scambi e intrecci tra diverse culture.

Non è solo quindi una sequenza di bei paesaggi e scorci che al più può far nascere riflessioni di tipo estetico. Per l’occasione è stata impiegata la fotografia orbicolare che restituisce tutti i 360 gradi dell’orizzonte in prospettiva cilindrica, consentendo al rimirante di individuare e collegare mentalmente nel modo più intuitivo e allo stesso tempo corretto le informazioni fornite da una mappa topografica o da una ripresa satellitare. In questa mostra Silvia non espone però le immagini nel modo che la prospettiva cilindrica imporrebbe, ma in quella più consueta e facilmente fruibile basata sulla prospettiva rettolineare.
La “scorrettezza” – conclude Massimo Tosello - non è casuale, è lo stratagemma che l’autrice impiega per attirare e stupire l’attenzione soprattutto dei triestini che già conoscono bene questi luoghi per la frequentazione quotidiana.

La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 25 novembre al 14 dicembre 2008 con  orario feriale e festivo dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17 alle ore 20.