Retecivica del Comune di Trieste
 canale youtube del Comune di Trieste  facebook del Comune di Trieste  twitter del Comune di Trieste indirizzi e contatti  pec  RSS
home  in comune  organi istituzionali  comunicati stampa  urp  centri civici  amministrazione trasparente  come faccio per 

mogorovichMostra personale di Alessandra Mogorovich
Sala Comunale d’Arte piazza dell’Unità d’Italia, 4
6 – 26 marzo 2007
Inaugurazione: martedì 6 marzo 2007 alle ore 18.00

La mostra che permetterà, dal 7 al 26 marzo 2007, di lasciarsi affascinare dalla sensibilità di un’artista che riesce ad immortalare non solo immagini, ma vere e proprie sensazioni, offrirà l’occasione ai visitatori di tuffarsi letteralmente nelle straordinarie immagini di un’artista locale.

Alessandra Mogorovich, considerando anche la collocazione assolutamente straordinaria dello spazio che avrà a disposizione,  proprio di fronte al mare, ha scelto come fil rouge dell’esposizione proprio l’acqua.
Spazi infiniti, quindi, liberi da vincoli temporali. Il tempo acquista una connotazione  indefinibile nelle opere, il tocco dell’artista conferisce ad esse un’astrazione che si potrebbe definire poetica, in grado di coinvolgere lo spettatore, scatenando in esso una risposta emozionale intensa. Luoghi e scorci sembrano avvolgere direttamente chi vi si trova di fronte, proiettandolo  nella stessa realtà immortalata. Pur essendo scattate recentemente, le fotografie possono ricordare degli originali provenienti da altre epoche, anche molto lontane. Una  sensazione implementata dalla passione stessa dell’artista per l’uso del bianco e nero e del seppia.
Il critico Enrico Fontolan ha commentato i suoi lavori affermando che guardandoli nasce “l’impressione di essere entrati in contatto con il mondo parallelo del sogno dove tutto è luce e silenzio.”
Ed è stata la ricerca di un’evasione dalla quotidianità che ha spinto la Mogorovich ad avvicinarsi al mondo della fotografia, scoprendo un talento naturale, che la guida alla ricerca del bello, di una realtà parallela, se non addirittura verso una nuova dimensione. E grazie alle sue opere, che verranno presentate in pannelli grandi, raggiungendo il formato di cm. 70x110, verrà offerta a tutti la possibilità di entrare in questo magico mondo che l’artista ha scelto di raccontare con semplicità ma in modo molto incisivo e assolutamente scevro da contraffazioni. Una scelta rara, nell’epoca del digitale, nella quale i fotoritocchi sono diventati quasi di routine, quella di non farne uso. La realtà viene quindi stravolta, o meglio reinterpretata, già a priori, dall’occhio stesso dell’artista.

Alessandra Mogorovich  si è avvicinata alla fotografia quasi per hobby, e ne è rimasta da subito folgorata. La sua grande passione ed il suo talento sono stati ben presto riconosciuti. Nonostante abbia iniziato a fotografare da circa tre anni, numerosi suoi lavori hanno ricevuto importanti riconoscimenti e ad oggi può fregiarsi del secondo posto nel Panasonic Photo Award (Fotografo amatoriale dell’anno 2006), della pubblicazione e della premiazione su riviste di settore come “Fotografare”e “Fotografia Reflex”. Il suo nome inizia a circolare presto anche in ambito internazionale e nell’agosto 2006 è tra i finalisti del concorso Digital Camera Magazine on the year 2006.
I visitatori potrebbero peraltro restare sorpresi di ritrovare tra le opere esposte qualcosa di familiare  poiché, grazie alla vittoria (primo e secondo posto) del concorso “Luoghi Comuni” indetto da Seat, alcuni suoi scatti sono entrati direttamente nelle loro case attraverso le “Pagine gialle” di Gorizia e Trieste.

La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 7 al 26 marzo 2007 con orario feriale e festivo dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00.