Retecivica del Comune di Trieste
 canale youtube del Comune di Trieste  facebook del Comune di Trieste  twitter del Comune di Trieste indirizzi e contatti  pec  RSS
home  in comune  organi istituzionali  comunicati stampa  urp  centri civici  amministrazione trasparente  come faccio per

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANA


Nuovo Piano Regolatore Generale Comunale

Il 21 dicembre 2015 il Consiglio Comunale ha licenziato la proposta di delibera per l’approvazione del nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Trieste così come  modificato conseguentemente all’accoglimento delle Riserve regionali vincolanti, delle osservazioni espresse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia, della sottoscrizione delle Intese raggiunte con le Amministrazioni e gli Enti competenti, del recepimento delle prescrizioni in sede di Valutazione di Incidenza, dell'accoglimento delle osservazioni in sede di Valutazione Ambientale Strategica, delle osservazioni-opposizioni al Piano e degli emendamenti.

Il Piano entrerà in vigore a seguito della pubblicazione sul BUR della delibera della Giunta Regionale di conferma di esecutività.


Approvazione  del 21 dicembre 2015 (DC n. 48 del 21/12/2015):

Per la consultazione di tutti gli elaborati vai alla seguente pagina : NUOVO PRGC oppure in versione cartacea presso l'ufficio Visure

 

Proposta di delibera per l'APPROVAZIONE del nuovo PRGC (CONTRODEDUZIONI - settembre 2015): >>> VAI

 

Adozione del 16 aprile 2014: >>>  ELABORATI

 

 Nella sezione dedicata alla trasparenza sono visualizzabili tutti gli atti e gli allegati inerenti il Piano Regolatore Generale Comunale.

 


Piano Regolatore Generale Vigente

La Variante Generale n. 66 di Revisione e Adeguamento al P.U.R.G. è stata approvata con D.C. n. 37 dd.15.04.97 D.P.G.R. 0300/Pres. dd. 23.09.1997.

>>........Vai alla  DELIBERA

>>........Vai agli  ELABORATI

>>........Vai alla sezione  VARIANTI

 

 


Piano Colore per il Centro Storico della città di Trieste

 Il vigente PRGC prevede che a corredo degli elaborati costituenti il piano particolareggiato delCentro Storico, vi sia il Piano del Colore. Nell’ambito degli approfondimenti tematici relativi al PRPC del Centro Storico è stato affidato,all’associazione professionale temporanea tra il prof. arch. Marina Fumo e l’arch. Federica Ribera,l’incarico di consulenza scientifico – tecnica per la stesura della proposta del Piano del Colore –linee guida per la manutenzione delle facciate del Centro Storico di Trieste. Su tale piano è stato ottenuto un parere preventivo favorevole in merito all’adozione del “Piano del Colore – linee guida per la manutenzione delle facciate del centro storico” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio e per il Patrimonio Artistico e Demoetnoantropologico del Friuli Venezia Giulia. A completamento della documentazione del “Piano del Colore – linee guida per la manutenzione delle facciate del centro storico” è stata predisposta, dalle stesse professioniste la “tavolozza colori degli edifici del centro storico”; sulla quale il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio e per il Patrimonio Artistico e Demoetnoantropologico del Friuli Venezia Giulia, in data del 16.12.2002, ha espresso un ulteriore preventivo parere favorevole in merito alle modalità e ai criteri adottati per redigere il campionario dei colori.  

[segue]

Aree del Porto Vecchio della città di Trieste

La variante al PRGC relativo alle aree del Porto Vecchio interessa un’area di circa 60 Ha ubicata a nord del Centro Storico di Trieste. Si tratta di un’area in capo alla pubblica amministrazione in regime di demanio marittimo, di cui è tuttavia previsto l’utilizzo, la fruizione, secondo il regime degli usi pubblici del mare. Con riferimento alla Delibera n.18 del 16.04.03 contenente le linee di indirizzo impartite dal Consiglio Comunale per la redazione della Variante stessa, questa è stata impostata considerando la totalità dell’area come “facente parte” del centro storico cittadino, viste le caratteristiche morfologiche e tipologiche che caratterizzano il Porto Vecchio. Una sorta di “quarto” borgo di fondazione ottocentesca, affiancato a Teresiano, Giuseppino e Franceschino; un brano di città storica da conquistare al porto secondo una logica di avanzamento urbano “individuando nuove finalità e nuove attività che consentano di restituire alla città il patrimonio esistente”. Una logica e un approccio improntati a flessibilità e funzioni appropriate, corrette, più propriamente urbane, integrate e integrabili nella città storica circostante in una visione di funzionamento generale di tutta la città di Trieste.

[segue]