Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 17/11/2010

NUOVO STADIO GREZAR: ILLUSTRATO IL CRONOPROGRAMMA DEI LAVORI CHE PREVEDE L’UTILIZZO DELLA PISTA DI ATLETICA E DEL CAMPO GIA’ DAL PROSSIMO MESE DI MAGGIO.


ENTRO LA FINE DEL 2011 LA COMPLETA ULTIMAZIONE DELL’IMPIANTO


Visita sopralluogo questa mattina (mercoledì 17 novembre) del vicesindaco e assessore allo Sport Paris Lippi che -assieme a Donato Riccesi, titolare dell’omonima impresa e all’arch. Carlo Nicotra, direttore del Servizio Edilizia pubblica e al dott. Gaetano Strazzullo, direttore del Servizio Sport- ha fatto un breve punto sullo stato di avanzamento dei lavori per la realizzazione del nuovo stadio Pino Grezar che, come noto, assieme al Rocco e al PalaTrieste, andrà di fatto a completate la cosiddetta “cittadella dello sport” di Valmaura.
Dopo aver superato i rischi e i rallentamenti causati dal fallimento della ditta che aveva avviato i lavori -ha spiegato il vicesindaco Lippi- in accordo con l’impresa Riccesi, abbiamo concordato un preciso cronoprogramma con l’obiettivo di riuscire a portare a termine in tempi brevi un’opera tanto attesa da sportivi e appassionati, che sarà il secondo stadio della città. “Entro maggio -ha detto Lippi- si potranno già utilizzare la pista di atletica e il campo, venendo così incontro alle esigenze delle società sportive e, per quanto riguarda il terreno di gioco, della stessa Triestina calcio, mentre contiamo di ultimare completamente l’opera entro la fine del 2011”.
La tempistica dei lavori, con l’apertura della pista e del campo già dalla prossima primavera, è stata confermata anche da Donato Riccesi che ha sottolineato come l’impresa, con i lavori avviati quest’estate, ha già provveduto a rifare il manto di copertura della tribuna mentre ora sta intervenendo nella palazzina della giuria. “Prima della fine dell’anno –ha spiegato Riccesi- saranno montate le 4 torri faro, operazione preliminare alla realizzazione del campo in erba naturale e della pista di atletica leggera”.
Si prosegue quindi a grandi passi verso la conclusione del nuovo stadio Pino Grezar, una struttura datata 1932 e chiusa nel 2005, quando sono iniziati i lavori che stanno portando al suo competo rifacimento. Del valore complessivo di quasi 13 milioni e 500 mila euro, il Grezar potrà contare su un impianto dedicato all’atletica, collegato allo stadio Rocco e al PalaTrieste, che dopo gli stadi Olimpico di Roma e Franchi di Firenze sarà fra i primi in Italia, in grado di ospitare incontri di livello internazionale. La pista per le gare di corsa sarà ad 8 corsie e avrà un raggio di curvatura ottimale con sviluppo di 400 metri, secondo le normative Fidal, il cui raggio della corsia interna sarà di 39.70 metri per garantire prestazioni tecniche ad alto livello sulla corsa breve. Il campo centrale sarà realizzato in erba naturale e avrà le dimensioni 100 m. x 60 m., perfettamente utilizzabile per le partite di calcio e attrezzato anche per ospitare pedane per gare di lanci e salti.
Con accesso da via dei Macelli, la tribuna coperta avrà una capienza di quasi 2.500 posti, mentre complessivamente lo stadio potrà ospitare oltre 6.200 spettatori. Sarà dotato naturalmente di 4 spogliatoi per atleti e altri due per istruttori e arbitri, nonché di tutti gli spazi necessari (uffici per i giudici di gara per l’atletica, infermeria e locale antidoping) per garantire gare e appuntamenti di livello internazionale. Il nuovo Grezar si avvarrà anche di attrezzature elettroniche di ultima generazione, con tabellone elettronico, impianto di diffusione sonora, fotofinish ecc.
COMTS-GC






distanziatoreComunicati stampa