Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 20/7/2018

SABATO 28 E DOMENICA 29 LUGLIO LA “MINI MAKER FAIRE 2018 E FAB LAB” AL CAMPUS DEL CENTRO INTERNAZIONALE DI FISICA TEORICA “ABDUS SALAM”(ICTP) DI MIRAMARE


-


Presentata stamane nella Sala Tergeste del Municipio l'edizione estiva della MINI MAKER FAIRE che apre la serie di manifestazioni ProESOF – Trieste Città Europea della Scienza e che si svolgerà sabato 28 (dalle ore 11 alle 20) e domenica 29 luglio (dalle 9 alle 16), presso il Campus del Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” (ICTP) di Miramare (Strada Costiera 11). La due giorni della Festa dell'ingegno, è organizzata dal Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics Salam” (ICTP) e dall’Amministrazione Comunale di Trieste, (licenza di Maker Media Inc.), e ha il sostegno e patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, di Trieste Trasporti, del Soroptimist Club Trieste, del Consolato USA in Italia e la collaborazione di altri partner e sponsor pubblici e privati. Oltre alla collaborazione con proESOF2020 che fa sì che l'evento si inserisca all'interno del percorso verso l'importante traguardo del 2020: Trieste Capitale Europea della Scienza. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti l'Assessore all'Innovazione e Comunicazione Serena Tonel con il Direttore di Area Lorenzo Bandelli, Sandro Scandolo e Carlo Fonda dell'ICTP e Donato Ramani di ProEsof2020. Ha aperto la conferenza un videomessaggio del Direttore dell'ICTP Fernando Quevedo che ha voluto ringraziare il Sindaco e il Comune di Trieste per la preziosa collaborazione che fin dal 2014 ha permesso all'evento di ingrandirsi diffondendo creatività e ingegno anche alle vicine Slovenia e Croazia.
La Trieste Mini Maker Faire – a ingresso gratuito - ospiterà oltre 200 maker, creativi, inventori e scienziati provenienti da Trieste (95), dalla Regione Friuli Venezia Giulia (Udine: 20, Gorizia; 10, Pordenone: 15. Ma anche dal Veneto (25) e da tutta Italia(25), nonché dalle vicine Slovenia (30) e Croazia (10), i quali esporranno le loro opere creative. Altri se ne potrebbero aggiungere ancora. In programma anche molti i laboratori creativi per bambini e ragazzi, mini-seminari, incontri e dibattiti, invenzioni e tecnologia, competizioni, spettacoli, musica, robot, droni, stampanti 3D, musica e performances. In palio 3 Premi: Premio Lady Maker (offerto da Soroptimist), Premio TSMMF e Premio Science Picnic (offerti dal Consolato USA di Milano). La copertura dell'evento sarà garantita in streaming live a cura della web-radio “Radio Incorso” dell'Università di Trieste.
Anche quest’anno, per la 5a edizione della Mini Maker Faire, il Comune di Trieste si è impegnato nella realizzazione della manifestazione e nel supporto dell’attività del Fab Lab del Centro di Fisica Teorica, laboratorio aperto a tutti quelli che vogliono sperimentare, creare realizzare progetti dell’ingegno e che possono contare su macchinari (stampanti 3d, tagliatori laser, ecc) ed esperienza del personale per concretizzare le proprie idee.
“Attraverso eventi come la Trieste Mini Maker Faire continua l’impegno del Comune di Trieste nel promuovere soprattutto tra i giovani la cultura scientifica – sottolinea l'Assessore all'Innovazione e Comunicazione Serena Tonel - anche in una prospettiva di orientamento verso la formazione e le professioni tecniche e scientifiche. Il mondo del lavoro si sta modificando velocemente e c’è sempre più richiesta di professioni legate all’innovazione e alla tecnologia: essere preparati su questi temi significa essere competitivi sia individualmente che come territorio nel mondo del lavoro e nel contesto economico internazionale. In più, l’edizione 2018 della “Trieste Mini Maker Faire” è il primo evento ufficiale a Trieste come “Capitale Europea della Scienza” dopo il passaggio del testimone ricevuto a Tolosa sabato 14 luglio e quindi la prima tappa di avvicinamento al grande Forum internazionale del 2020: un buon banco di prova della capacità degli enti scientifici triestini di fare massa critica ai fini della divulgazione scientifica su cittadini”.
Infatti la spinta a supportare queste iniziative da parte dell’Amministrazione comunale parte dalla consapevolezza che l’innovazione tecnologica sta diventando, sempre di più, uno strumento per valorizzare idee che possono aprire la strada del lavoro ai giovani, mettere in luce capacità e talento, ma anche mettere in condivisione idee, progetti e competenze.
Il supporto del Comune di Trieste si concretizza anche sul fronte della comunicazione per la promozione della Mini Maker Faire e del Fab Lab, per far conoscere ancora meglio, alla nostra città, le realtà scientifiche che Trieste può vantare, attraverso i canali social che seguiranno, in diretta, le iniziative più interessanti e coinvolgenti, facendo uno storytelling delle due giornate.
Inoltre il Comune di Trieste, nelle due giornate della Trieste Mini Maker Faire, allestirà un gazebo che ospiterà il Centro di Informazione EUROPE DIRECT-EURODESK che parteciperà per il secondo anno consecutivo.
Le novità rispetto al 2017 saranno tante come l'ampliamento del punto informativo che si compone di uno stand e del nuovo ufficio mobile del Comune di Trieste dove verrà allestito un maxi schermo. I visitatori avranno l'opportunità sia di misurare le proprie conoscenze con un quiz rivolto ai “giovani” dai 6 ai 99 anni, sia di ricevere informazioni a tema europeo, ecco il motivo della scelta del titolo “Scienza e Sapienza: mettiti alla prova”.
Inoltre una mini esposizione di oggetti e strumenti ormai in disuso poichè sostituiti dalle nuove tecnologie, sarà il modo per poter toccare con mano l'Innovazione. Rendera ancora più divertente la visita allo stand, la presenza della mascotte pelosa, il Sig. Euro Pino, così grande e così simpatico che sarà impossibile non scattare un selfie. Per l'occasione verranno distribuiti gadget colorati e pubblicazioni a coloro che si cimenteranno con il quiz.
Al termine della conferenza stampa, la coraggiosa e intrepida 'esposizione eolica' alla mitica Bora di Trieste – tramite l'ingegnoso macchinario denominato 'Boramat' - da parte dell'Assessore Tonel e degli organizzatori ha salutato con buon auspicio e 'buon vento' la quinta edizione della Festa dell'Ingegno.
Info utile: E' suggerito di raggiungere il Campus con i mezzi di trasporto pubblico: autobus (tutte le corse delle linee urbane di Trieste Trasporti: 6 e del 36); treno (alcuni treni regionali fermano regolarmente alla stazione di Miramare) o, in alternativa 'ecologica', in bicicletta.

INFO PROGRAMMA: http://trieste.makerfaire.com

Comts/RF

foto

foto


distanziatoreComunicati stampa