Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 30/6/2018

LUNEDÌ 2 LUGLIO, ALLE ORE 20, ALLA CHIESA METODISTA (SCALA DEI GIGANTI 1), PRENDE AVVIO L'EDIZIONE 2018 DI “CULTO MUSICA”


L'APPREZZATO CICLO DI CONCERTI NEI LUOGHI DI CULTO DELLE DIVERSE FEDI RELIGIOSE DELLA NOSTRA CITTÀ ORGANIZZATO ANCHE QUEST'ANNO DAL COMUNE DI TRIESTE


Prenderà avvio lunedì 2 luglio, alle ore 20, alla Chiesa Metodista di Scala dei Giganti 1, ed entrerà così nel “vivo” del suo ampio programma – dopo un primo concerto di presentazione che si era tenuto il 13 maggio scorso al Ridotto “Victor de Sabata” del Teatro “Verdi” - la 2° edizione della rassegna “Culto Musica”, l'apprezzato ciclo di concerti nei luoghi di culto delle diverse fedi religiose che arricchiscono la nostra città organizzato anche quest'anno dal Comune di Trieste assieme all'associazione Amici della Gioventù Musicale, direttore artistico Enzo Semeraro, in collaborazione con la Regione FVG e con il contributo della Fondazione CRTrieste.

Il programma della serata, che sarà presentata dal dott. Leonardo Zannier e che “rappresenterà” unitariamente per l'occasione quattro diverse espressioni del protestantesimo triestino, la Metodista, l'Elvetica, la Valdese e l'Avventista del 7° giorno, prevede l'esibizione di Tatiana Donis all'arpa celtica, con la mezzosoprano Elena Centrone e Elia Vigolo al violino.

Nello spirito ecumenico che caratterizza “Culto Musica” parteciperanno, con propri interventi, anche la monaca Ani Sherab Choden del Centro Buddhista Tibetano “Sakia Kunga Choling” che reciterà il Mantra dell’Amore Compassionevole e Francesco Piani del Centro Culturale Islamico di Trieste che suonerà il suo Ney.

Il secondo appuntamento della serie – che prevedendo un totale di 10 incontri si svilupperà con due concerti al mese e si concluderà in dicembre – seguirà domenica 22 luglio, alle ore 20, nella Chiesa Romena Ortodossa di via dell'Istria 72.

L'intera iniziativa riveste una notevole valenza culturale, oltre che per costituire un'ulteriore occasione per ribadire la tradizionale vocazione plurietnica di Trieste, crocevia nel corso dei secoli di culture, lingue e culti diversi, anche per il suo venir ospitata negli edifici religiosi più importanti e ricchi di storia della città, rilevantissimi anche da un punto di vista architettonico e turistico.

COMTS – FS

Programma 2 luglio [pdf]



foto

foto


distanziatoreComunicati stampa