Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 19/2/2018

L’ARTE DI VIVERE TRA RISCHI E OPPORTUNITÀ


MERCOLEDI' 21 FEBBRAIO, AL SALONE DEGLI INCANTI CONFERENZA SU “ATTRAVERSARE LA CRISI, SI PUO'?”


Prosegue il ciclo di conferenze “L’Arte di vivere tra rischi e opportunità” con il quarto incontro dal titolo “Attraversare la crisi, si può?”, che si terrà mercoledì 21 febbraio, alle ore 16.30, all’auditorium del Salone degli incanti (ex Pescheria), con ingresso libero e gratuito.
L’iniziativa è organizzata dall’associazione di promozione sociale “In Prospettiva”, con il Patrocinio della Regione FVG ed il sostegno del Comune di Trieste (che ha messo a disposizione la sala gratuitamente) ed ha come scopo il miglioramento della qualità di vita della collettività, attraverso l’analisi delle problematiche più rilevanti della società attuale e l’individuazione degli strumenti disponibili per la formulazione di una progettualità in termini positivi.
La conferenza di mercoledì prossimo, “Attraversare la crisi, si può?”, sarà introdotta da una breve premessa della presidente dell’aps “In Prospettiva” Anna Amati. Seguirà la relazione del sociologo e giornalista Luca Marsi, il quale affronterà il tema “Viaggio nella crisi: da quella economica a quella del lavoro, dalla persona alla famiglia”, soffermandosi, pertanto, sulle conseguenze che ha avuto la crisi nella società. Nel corso dell’intervento verrà spiegato sinteticamente l’impatto sui cittadini e le loro risposte, tra perdita delle speranze e la fiducia. Non mancheranno riferimenti all’aumento della disoccupazione con la diminuzione dei posti di lavoro ed il tasso di povertà in sostanziale aumento, con i giovani costretti a trasferirsi all'estero (e poi spesso costretti a rientrare in Italia, vista la situazione di crisi globale). Breve intervento sul ruolo delle famiglie (e come lo stesso concetto di famiglia si sia evoluto in tutte le sue sfaccettature nel corso di questi anni) sia dal punto di vista del welfare (assistenza a figli e nipoti), sia dal punto di vista “protezione” (ancora di salvezza e baluardo di speranza). Focus finale sui giovani e sul loro futuro: quale, dove, perché? L’insicurezza delle giovani generazioni in un mondo in piena evoluzione, ma in piena crisi economica.
L’assessore ai Servizi e Politiche sociali del Comune di Trieste, illustrerà successivamente le azioni dell’amministrazione comunale a favore delle fasce deboli, fornendo un quadro conoscitivo dei bisogni sociali emergenti nel contesto cittadino, le caratteristiche di base delle categorie di persone prese in carico, le nuove priorità che faticano a ricevere risposta. Sarà questa un'occasione per informare gli interessati sull’offerta dei servizi correlata alle risorse disponibili, in particolare sulle misure di sostegno economico previste per il 2018, se e come si differenziano da quelle erogate lo scorso anno. L’ultimo intervento, curato dal consulente finanziario e manager di una grossa banca di investimento, Dario Marin, verterà su un argomento che sta molto a cuore ai risparmiatori: “Come proteggere e far crescere il proprio denaro tra crisi economiche e turbolenze finanziarie”. Orfani dei bot e dei titoli di stato, gli italiani non sono più in grado di trovare oggi alternative sicure per i loro risparmi. E questo è un grosso problema perché il denaro messo da parte con fatica in tanti anni di lavoro è l’unico antidoto all’ansia ed all’incertezza del futuro nostro e dei nostri figli e va, quindi, conservato e fatto crescere nell’ottica di un massiccio utilizzo futuro. Con un linguaggio semplice ed immediato, il relatore affronterà il tema degli investimenti indicando metodi e strategie per fronteggiare le turbolenze dei mercati e trasformare in opportunità le oscillazioni degli indici di borsa.Ma oltre alle soluzioni su dove e come investire, verrà sottolineata l’importanza di indurre le nuove generazioni a risparmiare e ad accumulare denaro perché, con la precarietà del lavoro e l’incertezza sul futuro delle pensioni, queste si troveranno a fronteggiare sfide ben più impegnative di quelle dei loro genitori, a cui spetta inevitabilmente il compito di responsabilizzarle in tal senso.
Al termine, ampio spazio alle domande dal pubblico e alle testimonianze di chi, nonostante crisi e difficoltà, ce l’ha fatta ad inserirsi felicemente nel mondo del lavoro, ad affermarsi e realizzare i propri sogni.
COMTS


distanziatoreComunicati stampa