Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 16/2/2018

RICONOSCIMENTI IN MUNICIPIO PER LE SORELLE ELISA E VERONICA TONIOLO, GIOVANISSIME CAMPIONESSE DI JUDO


ENTRAMBE GIÀ PLURITITOLATE, MILITANTI CON I COLORI DELLA SOCIETÀ GINNASTICA TRIESTINA


Tutto il fascino, la precisione e il rigore, e la silenziosa armonia del Judo, unitamente alla grande bravura e dedizione di due giovanissime campionesse triestine, sono stati al centro dell'incontro svoltosi alcuni giorni fa in Municipio quando il Sindaco ha ricevuto, nel tradizionale Salotto Azzurro, le sorelle Elisa e Veronica Toniolo, entrambe militanti plurititolate con i colori della Società Ginnastica Triestina.
Le ragazze erano accompagnate dai due allenatori, che però – essendo evidentemente questa disciplina una passione di famiglia - sono anche i loro genitori: Monica Barbieri, responsabile della Sezione Judo della SGT, già atleta nazionale, e Raffaele Toniolo, già responsabile tecnico della Nazionale maggiore di judo e delle giovanili, ora tecnico anche della SGT e responsabile Federale per l’Attività Internazionale Under 18. Ma il “quadro” non finisce qui poiché era presente anche un altro noto judoka cittadino: Pierluigi Barbieri, ovvero lo zio delle due !

Nel corso dell'incontro è stato rimarcato il bellissimo curriculum sportivo delle giovani atlete, conseguito – come hanno spiegato, orgogliosi, i “genitori-allenatori” - cominciando a praticare il judo fin da piccolissime, e poi via via dispiegando un sempre maggiore impegno, con grande spirito di sacrificio e con l'allenamento quotidiano.

Ne sono derivati numerosi e prestigiosi titoli. Tra questi, per Elisa, 6 medaglie ai Campionati Italiani di classe individuali (dagli Under 15 del 2013 ai più recenti Under 21, tra le quali un oro nel 2014) e 3 medaglie ai Campionati Italiani di classe a squadre (con un oro nell'Under 18 del 2016), più ripetuti numerosi successi a livello internazionale (con il suo primo argento conquistato nel 2016 nel circuito delle European Cup, a Fuengirola, Spagna, e fino all'oro nella competizione a squadre, nel luglio 2017 al Festival Olimpico Giovanile Europeo a Gyor, Ungheria, dove, assieme alle compagne di Nazionale, conquista la massima medaglia dopo aver sconfitto la favoritissima Serbia, le padrone di casa dell’Ungheria e in finale la temutissima Russia. Una partecipazione vittoriosa che stupisce tutti in quanto Elisa era da pochi mesi reduce da un delicato intervento chirurgico alla spalla destra!
Studentessa al Liceo Scientifico Statale “Galilei” di Trieste, Elisa ha ricevuto nel dicembre scorso il Premio “Studio & Sport” del Panathlon Club, lo stesso che proprio 30 anni prima era stato assegnato alla mamma Monica!

Grandi soddisfazioni e riconoscimenti anche per la più giovane Veronica che ha già al suo attivo una propria e pure ben nutrita collezione di medaglie: dai due ori individuali nei Campionati Italiani Under 15 2016 e 2017 fino al recentissimo e bellissimo nuovo oro vinto pochi giorni fa a Follonica, in occasione della sua prima European Cadet Cup (un torneo con atleti di 36 nazioni!); passando, ancora da Esordiente, per la conquista della prestigiosa Súper Copa de España (a Vigo nell'ottobre 2017) e adesso in gennaio, appena diventata Cadetta, per le ulteriori medaglie d'oro subito ottenute in gare internazionali a Zagabria e ai Giochi dell'Amicizia di Alpe Adria.
Pure lei, come la sorella, frequenta il “Galilei” (attualmente in prima), e ha ricevuto lo scorso mese, alla tradizionale cerimonia d'inizio anno dell'Associazione Commercianti al Dettaglio di Confcommercio, la Rosa di Cristallo per lo Sport.

Tra Elisa e Veronica una sorta di “medaglificio” si potrebbe dunque dire ! Battute a parte, lo zio Luigi, da gran esperto del ramo, non ha mancato di sottolineare come entrambe le sorelle costituiscano di fatto una vera e propria punta di lancia del Judo triestino e italiano, con forti, concrete aspettative di ulteriori importanti successi a livello internazionale e, perchè no, olimpionico.

Non poteva allora mancare, al termine del simpatico incontro, un beneaugurante piccolo riconoscimento anche da parte del Comune, dalle mani del “primo cittadino”, per ora sotto forma di due semplici guidoncini rossoalabardati e di due volumi sulla nostra Città. Per il futuro si vedrà...


COMTS – FS

foto


distanziatoreComunicati stampa