Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 2/2/2018

GIORNO DEL RICORDO 2018


UN AMPIO PROGRAMMA DI MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE CULTURALI E DI APPROFONDIMENTO, ORGANIZZATO DAL COMUNE DI TRIESTE E DAL COMITATO PER I MARTIRI DELLE FOIBE, PRESENTATO OGGI IN MUNICIPIO


Un ampio programma di manifestazioni e iniziative culturali e di approfondimento organizzato dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe in occasione del Giorno del Ricordo 2018, vasto e comprensivo di molteplici aspetti, ed esteso, anche temporalmente, come mai in precedenza – come tutte le associazioni e sodalizi partecipanti hanno dato atto, ringraziando per questo l'Amministrazione –, è stato presentato oggi in Municipio, alla presenza degli Assessori comunali alla Cultura e all'Educazione e dei rappresentanti – come detto – di tutte le numerose associazioni legate al mondo dell'Esodo e alle vicende storiche consumatesi in queste terre in quel difficile e tragico secondo dopoguerra.

Ha introdotto l'Assessore comunale alla Cultura sottolineando la forte convinzione dell'Amministrazione della necessità di mantenere alta e viva la memoria di quanto avvenuto e, soprattutto, di trasmetterla alla giovani generazioni. Un tema centrale, questo della spiegazione e della 'consegna' a chi non le ha vissute, delle storie e delle sofferenze di quel periodo e di quegli eventi; per non dimenticare parti così importanti della nostra storia ma anche – ha detto l'Assessore – per poterle oggi trascendere e farle fruttificare in termini di nuova speranza per il futuro, assieme alla giusta, affettuosa riconoscenza verso le generazioni passate, verso i padri e i nonni dei giovani di oggi, per quanto da loro fatto per costruire, attraverso innumerevoli sacrifici, il nostro presente.
Anche per questi motivi – ha spiegato l'Assessore alla Cultura – si è voluto che questa edizione 2018 del Giorno del Ricordo sia molto centrata sui giovani e su questo intento di “trasmissione della memoria”. E in tal senso saranno ben 500 circa gli studenti di diverse regioni d'Italia che parteciperanno alla manifestazione centrale, ovvero alla Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza di sabato mattina, 10 febbraio.
Ma ancora ai giovani saranno dedicati anche altri momenti del programma messo in campo quest'anno, come l'incontro che avrà luogo venerdì 9 febbraio, alle ore 16.30, nella Sala del Consiglio Comunale, con il presidente della Lega Nazionale avv. Paolo Sardos Albertini e il dott. Andrea Vezzà responsabile del “Progetto Giovani” e che vedrà la partecipazione delle scuole superiori “Maiorana” di Seriate (Bergamo), “F. Corni” di Modena e “Galasso” di Lecce.

Un programma dunque complessivamente vasto, che è stato quindi illustrato in tutti i suoi dettagli dallo stesso Assessore alla Cultura, e che inizierà già stasera (2 febbraio, alle 17.30, all'Associazione delle Comunità Istriane di via Belpoggio 29/1, con la presentazione del libro di mons. Pietro Zovatto “Preti Perseguitati in Istria 1945-1956. Storia di una secolarizzazione”) per proseguire, con decine di appuntamenti, fino all'incontro conclusivo di sabato 3 marzo al Magazzino 26 del Porto Vecchio (alle ore 18, su “Voci dalla foiba. Musica e poesia per non dimenticare”, con Elisa Manzutto (arpa), Elisabetta Vegliach (soprano) e Giacomo Segulia (voce recitante), a cura della Lega Nazionale con la collaborazione dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio).
[vedi depliant-programma completo allegato]

Anche l'Assessore comunale all'Educazione ha rimarcato la rilevanza del progetto predisposto quest'anno per il coinvolgimento dei più giovani, nell'intento – ha detto – che, a ormai 13 anni da quel passaggio chiave che vide l'istituzione del Giorno del Ricordo con apposita legge dello Stato, il “testimone” di questa vicenda storica possa venir pienamente raccolto dalle nuove generazioni in una fase in cui i protagonisti diretti di quelle vicende, via via, vengono meno con il trascorrere del tempo. Auspicando che anche i libri di storia e scolastici contribuiscano correttamente in tal senso.
Per quanto concerne la presenza giovanile alla Cerimonia del 10 febbraio alla Foiba, l'Assessore all'Educazione ha precisato che interverranno, accompagnate dai rispettivi dirigenti scolastici e docenti, scolaresche di Sacile, Brugnera e Pordenone, Seriate (Bergamo), Modena, Lecce, Luino e Bagnoli Irpino (Avellino), per un totale – come detto in precedenza – di ben 500 studenti.

L'apporto della Lega Nazionale al “progetto scuole” e alle altre iniziative in programma è stato quindi illustrato dal presidente Paolo Sardos Albertini che ha anche ricordato la messa a disposizione dei cittadini che volessero presenziare alla solenne cerimonia a Basovizza di autobus gratuiti, con la collaborazione di Trieste Trasporti, per raggiungere il Sacrario, con partenza alle ore 9.30 di sabato 10, da piazza Oberdan, lato Consiglio Regionale (ritorno in città a fine cerimonia, da Basovizza alle ore 12/12.30).

Il presidente Dario Locchi ha dal canto suo ricordato le molteplici iniziative che saranno svolte per l'occasione in tutti i Paesi dell'emigrazione giuliana dalle decine di circoli e sodalizi aderenti, in tutti i continenti, all'Associazione Giuliani nel Mondo. Incontri e celebrazioni commemorative, dibattiti, letture di testi e di poesie, approfondimenti con gli studenti, proiezioni ed esibizioni di cori avranno luogo in particolare a Buenos Aires, Brasilia, New York, Canberra, Sydney, Curitiba (Brasile), Montevideo, Johannesburg, Toronto, Città del Messico e, quest'anno, anche a Londra, curato quest'ultimo proprio da un neo-costituito gruppo di giovani.

L'apporto dei rispettivi sodalizi è stato infine illustrato da Fabio Ortolani (presidente Sezione ANA di Trieste, che ha annunciato la presenza a Basovizza di ben 800 alpini di 24 Sezioni di tutta Italia assieme al Presidente e al Labaro Nazionale dell'ANA), Renzo de' Vidovich (Dalmati Italiani nel Mondo e Fondazione Rustia Traine), Enrico Carella (Associazione Nazionale Cavalieri della Repubblica Italiana), Massimiliano Lacota (Unione degli Istriani, che ha evidenziato l'apertura straordinaria del Museo dell'ex Campo Profughi di Padriciano in sette giornate di febbraio e uno speciale “mercatino del Ricordo”, di quadri, libri, documenti rari e oggettistica, dal 24 al 26 febbraio, nella storica sede di via Silvio Pellico 2) e Piero Delbello (IRCI, che ha segnalato che il Magazzino 18 sarà aperto e visitabile – su prenotazione - per quasi una settimana, dal 12 al 16 febbraio). [per dettagli e orari consultare il depliant-programma allegato]

Il funzionario dell'Area Cultura del Comune Maurizio Lorber ha ancora annunciato che a partire da quest'anno, per motivi organizzativi, la consueta cerimonia alla Foiba di Monrupino si terrà prima di quella principale alla Foiba di Basovizza, e cioè alle ore 9.30, con la deposizione di corone commemorative, mentre la Cerimonia Solenne a Basovizza inizierà, come sempre, alle ore 10.30. Lo stesso Lorber ha infine ricordato l'altra novità di quest'anno, ovvero la richiesta a tutti i giornalisti e fotocineoperatori di accreditarsi per partecipare alla cerimonia di Basovizza (rivolgendosi all'Ufficio Stampa del Comune di Trieste, ai seguenti recapiti: tel. 040-6754113 oppure 040-6754929 o scrivendo ai seguenti indirizzi di posta: massimiliano.filingeri@comune.trieste.it, ufficio_stampa@comune.trieste.it)



COMTS – FS

Depliant [.pdf]



foto


foto


distanziatoreComunicati stampa