Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 22/12/2017

IL SIGILLO TRECENTESCO DEL MUNICIPIO A TELEQUATTRO NEL 40° DELLA FONDAZIONE


-


“Telequattro è tutta 'nostra', una realtà che è connaturata e fa parte, in ogni suo aspetto, della nostra Città; e noi tutti la 'sentiamo' e la viviamo come un frutto genuino del nostro territorio in cui ci possiamo tutti pienamente riconoscere. Così è stato, fin dai tempi del suo primo inizio, 40 anni fa, e così è ancora oggi”. Con queste parole il Sindaco Roberto Dipiazza ha “omaggiato” la storica emittente privata cittadina, poco prima di conferirle, per le mani del suo attuale editore, Filippo Jannacopulos, il Sigillo Trecentesco d'Argento del Comune, a suggello di questo importante anniversario.
Alla cerimonia, svoltasi in Municipio, nel tradizionale Salotto Azzurro, e tutta trasmessa in diretta, con il giornalista Umberto Bosazzi a far da conduttore, erano presenti, accanto al Sindaco e all'Editore, Piero Irneri figlio di Giorgio, storico fondatore di questa impresa editoriale per quell'epoca fortemente pionieristica, il capo redattore centrale Ferdinando Avarino e numerosi componenti della Giunta Dipiazza.
“Festeggiamo oggi un momento bellissimo e importante non solo per Telequattro, ma per l'intera nostra Città, poiché allora, con la sua fondazione – così ancora Dipiazza – capimmo subito che questa nuova emittente, allora guidata dal grande Chino Alessi (in precedenza direttore de “Il Piccolo” su una linea di forte critica al Trattato di Osimo, n.d.r.), portava con sé un aspetto di libertà dell'informazione del tutto nuovo e particolarmente necessario nel clima di quel momento. Per questo in molti, e tra questi diversi imprenditori come me, simpatizzammo subito e appoggiammo questa nuova realtà che scaturiva non dall'esterno ma dal corpo stesso della nostra Città.”
Dipiazza ha poi voluto rievocare le tante esperienze personali, le sue molte presenze e “passaggi”, nel corso di tutti questi anni e dei suoi diversi mandati di Sindaco (ormai quattro, fra Muggia e Trieste), nella redazione di Telequattro, ospite delle rubriche più “gettonate”: dalla storica “Un Sindaco fuori dal Comune” all'odierna “Ring”, “tutte – ha sottolineato – seguitissime dagli spettatori triestini, come l'attuale mattutina “Sveglia Trieste” che è in grado di battere tutte i record e superare lo share delle “corazzate” Rai Tre e Canale 5. I più grandi auguri, dunque – ha concluso – miei e della nostra città per i futuri successi di una realtà importante non solo per Trieste ma per tutto il Friuli Venezia Giulia”.

Ha “replicato”, con toni di grande soddisfazione e vivo ringraziamento per il riconoscimento attribuito, l'editore Jannacopulos, confermando che “Telequattro è stata sempre una 'proprietà' di questa città! Dove oggi siamo tornati a essere i primi. E ribadiamo che, come ai tempi del primo inizio questa emittente seppe raccogliere e incarnare pienamente lo spirito di Trieste, anche oggi vogliamo continuare a essere portatori di quello spirito e di quei valori, stando sempre vicini alla Città, a maggior ragione ora quando è necessario supportare con tutte le forze le importanti opportunità di sviluppo che si stanno prospettando per questo territorio!”

Non sono mancate una citazione o un ricordo di tutti i direttori del passato: dal “profeta” Alessi al suo successore Gualberto Niccolini – oggi intervenuto telefonicamente durante la diretta dal Salotto Azzurro -, da Marzini a Eliana Pierini, e poi Roberto Morelli, Giancarlo Terlizzi, Claudio Cojutti, Gambarotto.

E dopo la consegna, fra gli applausi, del mitico Sigillo, anche l'immancabile firma del Libro d'Oro del Municipio, con la seguente significativa frase scritta da Filippo Jannacopulos: “Telequattro e Trieste: 40 anni di storia, un binomio indissolubile”.

Per “coronare” la giornata, il Sindaco Dipiazza sarà stasera ospite in studio, alle ore 21, ma – ha ricordato Jannacopulos – la celebrazione del 40° non finirà qui, ma proseguirà per un anno intero sugli schermi di Telequattro, con la riproposizione dei più significativi spezzoni storici, dal 1977 ai giorni nostri.

COMTS-FS

foto


distanziatoreComunicati stampa