Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 1/12/2017

NUOVE CASETTE-RIFUGIO NELLE COLONIE FELINE DI TRIESTE. LO HA ANNUNCIATO L'ASSESSORE LOBIANCO CHE SOSTITUIRA' GRADUALMENTE QUELLE VECCHIE AMMALORATE


-


L'Assessore all'Educazione zoofila del Comune di Trieste, Michele Lobianco, sostituisce le casette rifugio per gatti dopo 12 anni dalla collocazione delle prime casette-rifugio per gatti, ormai ammalorate dall'usura, che all'epoca erano state realizzate in legno e donate dal Comune di Trieste alle colonie feline censite nel territorio, che sono in tutto 700, gestite da 380 gattari e gattare.
“L'iniziativa – che è stata illustrata stamane in Municipio, nel corso di una conferenza stampa dall'assessore Lobianco, con il funzionario comunale Gian Piero Saccucci Di Napoli – è nata dall'esigenza di dare risposta alla situazione in cui versano molte delle circa 600 casette, tutte in legno, ormai usurate e ammalorate dopo tanti anni, (le prime casette erano state collocate nel 2005 dall'allora assessore Lorenzo Spagna), provvedendo alla loro graduale sostituzione, nel corso del 2018, con nuove casette, di aspetto gradevole, prodotte in plastica in materiali atossici che rispettano le norme igienico-sanitarie e resistenti agli agenti atmosferici. E che saranno gestite dai gattari e dalle gattare. Ovviamente saranno sostituite solamente le casette che versano in cattive condizioni – ha spiegato Lobianco-. Inoltre, i nuovi 'rifugi' saranno di facile manutenzione per gli operatori che li curano oltre a risultare consoni al contesto ambientale, nel rispetto del decoro urbano”. “Si stima aggirarsi circa attorno a 5000 il numero dei gatti randagi in città - ha precisato ancora l'assessore – che sarebbe salito a più di 50.000 se non fosse ancora in atto la campagna di sterilizzazione delle colonie feline partita già 20 anni fa”.

Comts/RF

foto

foto


distanziatoreComunicati stampa