Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 29/11/2017

DOMENICA 10 DICEMBRE LA 1° EDIZIONE TRIESTINA DELLA CORSA DEL RICORDO


UN EVENTO SPORTIVO CHE INTENDE RENDERE OMAGGIO E NON DIMENTICARE LA STORIA E LE VICENDE UMANE DI QUESTE TERRE.


UN PERCORSO COMPETITIVO DI 10 KM E UNO “AMATORIALE” DI 5 KM, CON PARTENZA E ARRIVO IN PIAZZA DELL'UNITÀ, PASSANDO PER IL PORTO VECCHIO E IL MAGAZZINO 18, ORGANIZZATO DALL'ASI LAZIO IN COORGANIZZAZIONE CON IL COMUNE DI TRIESTE E IN COLLABORAZIONE CON L'APD “MIRAMAR”

Fra una decina di giorni, la mattina di domenica 10 dicembre, Trieste vivrà, per la prima volta, una manifestazione sportiva del tutto speciale, destinata a coniugare la passione podistica (competitiva o anche soltanto amatoriale) con l'omaggio alla nostra storia, alle memorie patrie, al ricordo di chi, in circostanze sfortunate e tragiche, perse d'un tratto tutti i suoi averi, la propria terra, in molti casi la vita.
Questa sarà la 1° edizione triestina della “Corsa del Ricordo” che, per iniziativa dell'ASI Lazio (Associazioni Sportive Sociali Italiane) e del suo presidente Roberto Cipolletti, in coorganizzazione con il Comune di Trieste e in collaborazione con l'Associazione Polisportiva Dilettantistica “Miramar” presieduta da Fabio Carini, e sotto l'egida della FIDAL e di Federesuli, approderà nella nostra città dopo ben quattro edizioni finora sempre svoltesi a Roma, nelle vie del quartiere Giuliano-Dalmata, e con un paio di mesi di anticipo rispetto alla 5° edizione capitolina dove l’appuntamento con i podisti è comunque già fissato per il 4 febbraio 2018.
L'intendimento – hanno dichiarato gli organizzatori nella conferenza stampa svoltasi oggi in Municipio - è quindi quello, anche e soprattutto qui a Trieste “città capitale dell’Esodo”, di dar luogo a una partecipata e sentita kermesse sportiva, ma esplicitamente dedicandola – come scritto nei loro comunicati e nei volantini di promozione della Corsa - “alla memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata”.

A presentare la significativa e straordinaria manifestazione sono intervenuti, nella Sala della Giunta Municipale, gli Assessori comunali Carlo Grilli – in vece del collega allo Sport Giorgio Rossi impossibilitato a partecipare – e al Coordinamento eventi Lorenzo Giorgi, per l’ASI lo stesso presidente regionale del Lazio Cipolletti con il responsabile nazionale del Settore atletica Sandro Giorgi e il presidente regionale ASI FVG Enzo Esposito, presenti anche il segretario della Federazione Atletica Leggera (FIDAL) del Friuli Venezia Giulia Franco De Mori e, naturalmente, il “regista” primario dell'evento in sede locale Fabio Carini.

Anche negli interventi dei due componenti della Giunta Dipiazza è stata evidenziata, con piena convinzione e adesione valoriale, tutta l'importanza, anche simbolica, di questa assoluta, e in un certo modo inattesa, “novità”.
“Si tratta infatti di un’iniziativa non solo sportiva – ha sottolineato l’Assessore Grilli – ma che trasmette, con esplicita, lodevole chiarezza, un significato molto più profondo, strettamente correlato con la storia della nostra città”.
“E sarà una giornata “speciale” e da ricordare, che anzi speriamo diventi una tappa fissa nei prossimi anni”, ha aggiunto dal canto suo l’Assessore Giorgi, rimarcando come essa sia ancor più significativa svolgendosi esattamente a 70 anni dal Trattato di Pace del 1947.

Una 'novità' dunque che viene a inserirsi nel panorama triestino portando un “messaggio” certo non nuovo per noi, ma altrettanto certamente del tutto inedito per il suo modo di esplicitarsi attraverso lo sport, oltre che per il suo provenire da Roma verso di noi, laddove “normalmente” accadeva il contrario, ovvero che dalle nostre terre partivano messaggi su questi temi verso la Capitale, tra l'altro non sempre – come noto – recepiti.
Ora, con la “Corsa del Ricordo” accade invece che gli sportivi romani vogliono “ri-portare” a noi questo 'testimone' in modo che, anche grazie a questo evento sportivo “giocato” sull'asse Roma – Trieste, “possa concretizzarsi – come ha detto il presidente Cipolletti - un'ulteriore occasione per superare il silenzio colpevole di troppi anni e raccontare all'intera Italia cosa sono stati la tragedia delle Foibe e il dramma dell’Esodo delle popolazioni adriatiche giuliano-dalmate.”
“E proprio in tal senso, per riaffermare qui da Trieste tutto il valore di questo doveroso ricordo, invitiamo, anzi facciamo appello, davvero a tutti i cittadini – ha concluso il presidente di ASI Lazio - a partecipare numerosi alla “Corsa del Ricordo”; anche a chi magari non avrà pretese agonistiche, ma che iscrivendosi al percorso “non competitivo”, anche per fare solo poco più di una passeggiata, avrà l'opportunità di contribuire a mandare a tutta l'Italia un segnale fortemente simbolico.”

“Avevamo non da oggi il desiderio di farla il prima possibile a Trieste – ha evidenziato Sandro Giorgi, responsabile nazionale Atletica dell’ASI – ed è ora motivo di soddisfazione e di orgoglio essere riusciti a far sì che la “Corsa del Ricordo” possa finalmente svolgersi, oltre che a Roma, anche nei luoghi che più direttamente hanno vissuto quegli avvenimenti”.
Concetto ribadito dal presidente dell’ASI FVG Enzo Esposito (“Siamo felici di portare l’evento a Trieste. Grazie all’ASI nazionale che ha fatto nascere e crescere quest'iniziativa nel tempo”), mentre il segretario FIDAL FVG Franco De Mori, nel sottolineare l'ufficiale inserimento della gara nel calendario della Federazione, ha rimarcato con convinzione come sia “importante oggi promuoverla a Trieste, nell'auspicio che in seguito possa toccare anche molte altre città italiane per far conoscere davvero a tutto il nostro popolo i fatti storici ai quali l'evento si lega”.

E a proposito di rapporti sportivi Roma–Trieste, ancora Cipolletti ha voluto mandare un bel 'messaggio' a tutti coloro che si iscriveranno: i due vincitori della gara competitiva, ovvero il primo uomo e la prima donna che taglieranno il traguardo, riceveranno in dono il “pettorale” della, ormai già sperimentata, “Corsa del Ricordo” in salsa romana, e vi potranno quindi partecipare quali “ospiti speciali”, il 4 febbraio 2018, nel quartiere Giuliano-Dalmata della Capitale, dove la gara viene svolta – come detto da ormai quattro anni -, la domenica precedente il 10 febbraio, “Giorno del Ricordo”.

“Siamo onorati di essere stati scelti per l’organizzazione tecnica della corsa – ha detto infine Fabio Carini, presidente dell'APD “Miramar” – e, recependo le indicazioni dell'ASI e del Comune, abbiamo allestito un fascinoso percorso con partenza e arrivo in piazza dell'Unità, ma in larga parte sviluppato in Porto Vecchio; così come straordinaria sarà in quel giorno anche la festa al Ridotto del Teatro “Verdi” che, dalle ore 12, ospiterà un “evento premiazione” concepito anche come incontro-dibattito, in più con un bellissimo momento musicale garantito dall’esibizione della soprano Manuela Kriscak che presenterà tre brani fortemente significativi di quegli anni, come il “Non ti scordar di Me”, “Mamma” e “La Rosa del Commiato”.

A Trieste quindi si correrà il prossimo 10 dicembre, con partenza e arrivo in piazza dell’Unità d’Italia, e passaggio della corsa davanti al Magazzino 18, all’interno del Porto Vecchio, dove ancor oggi sono accatastati beni e suppellettili appartenuti ai profughi qui giunti dopo il forzato esodo dalle loro città e dalle loro case. Un luogo della memoria rimasto praticamente intatto dal 1947 a oggi e che trasuda storia e dolorosi ricordi, recentemente mirabilmente cantato e rappresentato in scena da Simone Cristicchi che ha riportato alla memoria di tutti una vicenda drammatica, da molti rimossa.

La 1° Corsa del Ricordo a Trieste prevede un tracciato competitivo di 10 km (Challenge) e uno non competitivo di 4 km (Open) aperto a tutti, da percorrere di corsa o camminando. Il costo dell’iscrizione è di 10 Euro per la competitiva (Challenge) e di 5 Euro per la non competitiva (Open); importi che, oltre a pettorale e assicurazione, comprendono anche l’esclusiva maglietta (canotta per i competitivi) realizzata per l’occasione in partnership con Revolution Sport.

Il percorso (Challenge 2 giri, Open 1 giro) si snoderà sul tracciato: Piazza Unità - Riva 3 Novembre (lato mare) – “bretella” Santos – Porto Vecchio – Riva 3 Novembre (lato mare) – Piazza Unità.

Le premiazioni si svolgeranno poi alle ore 12, al Ridotto del Teatro “Verdi”, dove, oltre ai vari interventi, ci sarà spazio anche per un'esibizione della soprano Manuela Kriscak accompagnata dalla pianista Nataša Kerševan.

Le iscrizioni si effettuano online (sul sito www.miramarun.it) e nei Punti Memory al negozio Wind di piazza Unità 6 (fino a sabato 9 dicembre, dalle 15.30 alle 19.30) e da Revolution Sport, a Borgo San Mauro 169 (fino a giovedì 7 dicembre, con orario 10-12.30 e 15.30-19.30).


SCARICA MAPPA PERCORSO.PDF


COMTS – FS


foto


foto


distanziatoreComunicati stampa