Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 10/11/2017

“#6BULLO6ZERO”: 1200 STUDENTI DELLE MEDIE E SUPERIORI DI TRIESTE AL ROSSETTI PER L'INCONTRO CON I CAMPIONI DELLO SPORT.


“NON BISOGNA ESSERE SOLI PER SCONFIGGERE IL BULLISMO”


“Non bisogna essere e restare soli per sconfiggere il bullismo e il cyberbullismo”. Ora lo sanno bene anche i quasi 1200 studenti delle scuole medie e superiori di Trieste che, accompagnati dai loro insegnanti, hanno partecipato questa mattina (venerdì 10 novembre) al teatro Rossetti alla seconda edizione di “#6Bullo6Zero”, interessante e utile iniziativa per la lotta ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo”, promossa dal Comune di Trieste (Polizia locale e PAG) con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e la collaborazione di AUISTs, Polizia Postale e Teatro Rossetti.
Protagonisti della mattinata, condotta da Christian Tosolin e Donatella Rocco, sono stati alcuni campioni dello sport come il velista, campione mondiale e vincitore delle ultime due Barcolane Furio Benussi, la campionessa italiana di ginnastica artistica Tea Ugrin, la pattinatrice e tre volte campionessa mondiale Silvia Stibilj, l'AlmaPallacanestroTrieste 2004, con il capitano Andrea Coronica e la guardia Lorenzo Baldasso e la Triestina Calcio 1918 con il terzino goleador Fabrizio Grillo, il giovane argentino Manuel Hidalgo e il goleador del Menti Mirco Petrella. Alle attese testimonianze ed esperienze raccontate degli sportivi si sono aggiunti i contributi della psicologa Barbara Fazi dell' AUIST, che ha tra l'altro evidenziato “le conseguenze emozionali, comportamentali e cognitive che colpiscono le vittime di bullismo”, nonché l'importanza di non cadere nel “disimpegno morale” (era solo uno scherzo, io non c'entro, allontanare da se la responsabilità) e di non esitare a chiedere aiuto e a ricevere ascolto anche attraverso il sito www.contatto.me. Toccante anche la storia di Sofia, raccontata nella sintesi di un messaggio, che ha messo in luce come si può uscire da casi di bullismo, pensando sempre che “Non siamo soli, basta vedere cosa ci circonda per capirlo”.Per la Polizia Postale il sovrintendente Luca Penna ha invece ribadito l'importanza di non restare soli a subire il bullismo, di stare dentro ai Social con la testa, usandoli con attenzione, vigilando sempre con chi si sta parlando, mentre Max Tramontini, amministratore del sito “Te son de Trieste se” (32 mila iscritti), ha ribadito che Facebook e i Social sono bellissimi, ma bisogna viverli sempre nel modo giusto.
La seconda edizione di “#6Bullo6Zero” è passata rapidamente in un'ora e mezza di attività, tra interviste e video molto efficaci, mentre i ragazzi in sala hanno anche potuto postare le loro domande attraverso Istagram. E la prima di queste: “Cosa possiamo fare noi per sconfiggere il bullismo?” ha aperto un interessante confronto per spiegare bene ai giovani, proprio attraverso i loro linguaggi più congegnali, che “bullo non è 'figo' ma è 'zero' e sopratutto come ci si comporta e come si combattono questi gravi fenomeni, partendo sempre con il dirlo agli adulti di riferimento e dall'essere solidali con chi è vittima di bullismo e cyberbullismo.
Soddisfazione per l'iniziativa è stata espressa in apertura nei saluti istituzionali del “padrone di casa”, il presidente del Rossetti Sergio Pacor e del vicesindaco Pierpaolo Roberti che ha ringraziato tutti coloro (dal Comune di Trieste, con Polizia Locale e Progetto Area Giovani, AUISTs, Polizia Postale e Teatro Rossetti) che sono stati capaci di trasformare una bella idea in realtà. “Dopo il grande successo della prima edizione del maggio scorso con i comici e dell'ulteriore conferma di oggi con gli sportivi -ha commentato il vicesindaco Pierpaolo Roberti- puntiamo a ripeterci e ad offrire ancora nuove occasioni di confronto e di sensibilizzazione nella lotta al bullismo e al cyberbullismo. Un nuovo appuntamento, il terzo, è in previsione già per il prossimo mese di aprile, con protagonisti gli youtuber molto seguiti dai giovani”

COMTS-GC

foto

foto


distanziatoreComunicati stampa