Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 7/11/2017

PREMIO NAZIONALE SICUREZZA STRADALE


IL VICESINDACO ROBERTI EVIDENZIA IL VALORE DEL RICONOSCIMENTO CHE PREMIA IL CORPO E L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER IL COSTANTE IMPEGNO NELL'EDUCAZIONE STRADALE


"Per l’iniziativa realizzata presso il Reparto di Pediatria dell’Ospedale Burlo Garofolo finalizzata a prevenire i comportamenti a rischio tra i giovanissimi mediante il gioco e per la costante attenzione rivolta all’educazione stradale degli studenti, con numerosi progetti di prevenzione".
Con questa menzione speciale, nella categoria Forze dell'Ordine, la Polizia locale di Trieste sarà premiata domani a Milano dall'Associazione Famigliari delle Vittime della Strada in occasione del Premio nazionale sicurezza stradale “Basta sangue sulle strade 2017”. L'importante riconoscimento è stato presentato con soddisfazione oggi (martedì 7 novembre) nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella sala giunta del municipio, alla quale sono intervenuti il vicesindaco Pierpaolo Roberti e il comandante della Polizia locale Sergio Abbate con commissario Roberto Calligaris e l'assistente Andrea Zappalà.
“Dopo il premio per la sicurezza urbana 2017 dell'Anci per la miglio operazione di Polizia locale oggi -ha detto con soddisfazione il vicesindaco Pierpaolo Roberti- il nostro Corpo riceve questo nuovo importante riconoscimento, che assume un particolare significato in quanto ci viene attribuito proprio dall'Associazione dei Famigliari delle Vittime della Strada”. “E' stata un'iniziativa -ha spiegato Roberti- che ha portato sorrisi ai bambini ospiti dell'Ospedale infantile Burlo Garofolo e che porta quotidianamente sorrisi a bambini, ragazzi e giovani delle scuole dell'infanzia, delle medie e superiori, coinvolgendo ogni anno circa 2500 studenti. E' un riconoscimento di valore per l'attività di prevenzione ed educazione stradale che la Polizia Locale di Trieste porta avanti ormai da anni e che ha visto ora anche l'ingresso al Burlo. E' un'iniziativa che ha avuto successo e sollevato interesse e che per questo puntiamo a ripetere”. “E' un premio -ha aggiunto il comandate Sergio Abbate- che stimola a dover fare sempre di più e meglio”.
I corsi di educazione stradale coinvolgono bambini, ragazzi e giovani delle scuole triestine, sono promossi da circa un decennio dall'ispettore Sabrina Colomban, In questa occasione hanno toccato anche i piccoli ammalati ospiti del Burlo Garofolo, attraverso un'iniziativa specifica, che ha offerto a loro e alle loro famiglie alcuni momenti di svago con giochi, disegni e video, sempre sul tema della sicurezza stradale. Il tutto realizzato sempre grazie alla disponibilità e alla sensibilità del personale della Polizia locale di Trieste che, dopo i propri rispettivi turni di lavoro sulle strade della città, trovano ancora il tempo di andare incontro alle nuove generazioni per favorire e far crescere sempre più l'educazione stradale e la sicurezza.

COMTS-GC

foto

foto

foto


distanziatoreComunicati stampa