Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 7/11/2017

INCONTRI DI ARCHEOLOGIA 2017. “LA CONQUISTA ROMANA DEL CAPUT ADRIAE: NUOVE EVIDENZE ARCHEOLOGICHE”


DOMENICA 12 NOVEMBRE, ALLE ORE 11, SALA CONFERENZE DEL CIVICO MUSEO DI STORIA ED ARTE, VIA DELLA CATTEDRALE 15. INGRESSO LIBERO


Al Civico Museo di Storia ed Arte di via della Cattedrale 15, prosegue l’iniziativa “Incontri di Archeologia 2017”, organizzati dal Museo e dalla Società Friulana di Archeologia,
Nel corso dell’incontro Gino Bandelli, già professore ordinario di Storia Romana dell’Università di Trieste, introdurrà le conferenze di Federico Bernardini del Laboratorio Multidisciplinare dell’ICTP e Boštjan Laharnar del Narodni muzej Slovenije.
I due archeologi illustreranno i risultati delle loro ricerche relative a fortificazioni e campi di battaglia legati alla conquista romana dei territori attualmente inclusi nell’area di Trieste e nella Slovenia sud-occidentale.
Federico Bernardini, coordinatore di un accordo (ICTP - Università di Trieste - Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia) per lo studio del paesaggio antico del Friuli Venezia Giulia, parlerà soprattutto delle ricerche recentemente condotte nei siti fortificati di Grociana piccola e San Rocco. I materiali archeologici individuati suggeriscono che alcune delle strutture di Grociana piccola vadano interpretate come i resti di un accampamento romano costruito nel corso della metà del I secolo a.C., in un’area strategica per il controllo delle vie di comunicazione tra la costa e i territori interni, e rafforzano l’ipotesi che il colle di San Rocco conservi i resti di un grande accampamento costruito nel corso della prima conquista romana della penisola istriana (178-177 a.C.).
Boštjan Laharnar parlerà dell’abitato indigeno di Grad near Šmihel, posto tra il monte Nanos e Postumia, che fu quasi certamente oggetto di un attacco militare romano durante la metà del II secolo a.C. e di Nadleški hrib, una collina posta circa 14 km a nord del monte Nevoso, dove si conservano i resti di un forte romano probabilmente occupato durante le guerre di Ottaviano nell’Illirico e nel periodo augusteo.

Comts


distanziatoreComunicati stampa