Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 9/10/2017

IL PREMIO ANCI “SICUREZZA URBANA” 2017 PER LA MIGLIORE OPERAZIONE E' STATO ASSEGNATO ALLA POLIZIA LOCALE DEL COMUNE DI TRIESTE CHE RICEVERA' IL RICONOSCIMENTO VENERDI' 13 OTTOBRE A VICENZA. LO HA ANNUNCIATO IL VICESINDACO ROBERTI


-


Il vicesindaco Pierpaolo Roberti ha annunciato il Premio ANCI “Sicurezza Urbana” 2017 che verrà consegnato alla Polizia Locale venerdì 13 ottobre a Vicenza per la migliore operazione in ambito nazionale.
“Si tratta di un'operazione di rilevanza nazionale, condotta in modo esemplare dalla Polizia Locale che ha fatto emergere una truffa di oltre un milione di euro ai danni di persone anziane non autosufficienti. In particolare, venerdì 13 ottobre, a Vicenza, nel corso di una cerimonia il Premio Anci sarà ricevuto dall'Ispettore Capo Rossana Batic, che nel corso di un sopralluogo a lavori edilizi, insospettita, ha voluto andare a fondo nelle indagini che hanno portato poi a scoprire i responsabili del raggiro”.
I fatti: Nel luglio del 2015 un'Amministrazione stabili segnalava alla Polizia Locale di Trieste dei lavori all'interno di un appartamento che non avrebbe dovuto essere abitato poiché la proprietaria risultava ricoverata in una casa di riposo.L'Isp. C. Rossana Batic eseguiva un primo sopralluogo nel quale appurava che il committentedei lavori asseriva di aver stipulato con la proprietaria un contratto di comodato gratuito.Con particolare intuito ed acume investigativo l'Isp. C. Batic si recava nella casa di riposo che ospitava la proprietaria dell'appartamento, scoprendo che le sue condizioni erano tali da non consentirle di provvedere personalmente ai propri affari.
Iniziava così l'indagine che raccoglieva numerosi elementi di prova a supporto dell'ipotesi di reato di circonvenzione d'incapace. Da qui seguiva la delega della Procura della Repubblica a continuare l'attività d'indagine che, nonostante si sia rivelata lunga e complessa, è stata condotta con estremo impegno unito a non comune capacità e perseveranza.
La sua conclusione, nei primi mesi del 2017, ha fatto emergere una truffa molto più articolata da oltre un milione di euro ai danni non di una ma di quattro anziani non autosufficienti, raggirati dallo stesso criminale insieme ad altre tre complici, tutte dello stesso nucleo famigliare.
L'encomiabile risultato ottenuto mette in evidenza, ancora una volta, l'impegno quotidiano della Polizia Locale rivolto alla tutela dei più deboli.

Comts/RF


distanziatoreComunicati stampa