Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 26/9/2017

VISITIAMO IL MUNICIPIO


IL COMUNE DI TRIESTE APRE NUOVAMENTE LE PORTE AI VISITATORI, SABATO 7 OTTOBRE, IN OCCASIONE DELLA BARCOLANA 2017


Sabato 7 ottobre, alle ore 15.00, il Comune di Trieste apre nuovamente le porte ai visitatori con un'edizione speciale, in occasione della Barcolana 2017.
Un'iniziativa inaugurata negli anni Novanta, che ha visto nel 2016 una apprezzata riedizione con il titolo “Porte Aperte in Municipio” e un'ulteriore attuale edizione, “Visitiamo il Municipio” (27 maggio 2017), che ha registrato il tutto esaurito. E che l'Amministrazione comunale promuove per favorire la partecipazione all'attività pubblica. “Un'interfaccia funzionale e trasparente al servizio di cittadini”, secondo le linee di mandato del Sindaco, sempre più “Casa di vetro”, nell'ambito di un progetto che prevede l'apertura al pubblico di luoghi significativi per il governo e lo sviluppo della città.
“In occasione della Barcolana 2017, evento di valenza internazionale, si ripropone una nuova edizione nel cuore della vita politica e nella casa dei cittadini – ha affermato l'assessore alla Comunicazione Serena Tonel, nel corso della conferenza stampa di illustrazione, alla presenza di: Maurizio Lorber, Conservatore della Risiera e in questa occasione esperto 'cicerone' e storico dell'arte, Ettore Michelazzi, presidente di Trieste Flute Association con il Project Manager Enzo Semerano, Michele Dacol del FAI (Fondo Ambiente Italiano), e i funzionari comunali Barbara Borsi e Barbara Bigi -. “Data la presenza di molti turisti abbiamo pensato di offrire una visione straordinaria della città arricchita dall'inedito e suggestivo 'scenario' di innumerevoli imbarcazioni veleggianti sul mare e al contempo di dar modo ai nostri concittadini di conoscere da vicino il Municipio al centro della vita pubblica, in un momento di approfondimento culturale ma anche civico. E coinvolgendo anche i giovani volontari nel partecipare alle attività di animazione organizzate per questa speciale occasione”. “Ringrazio fin d'ora – ha aggiunto Tonel – i dipendenti delle Aree comunali coinvolte nell'iniziativa e tutti coloro che hanno fornito il loro prezioso contributo per la riuscita dell'evento”.
E' stato poi illustrato nel dettaglio il programma che comprende una visita guidata sia in lingua italiana sia in lingua inglese, quest'ultima a cura dei volontari FAI Giovani Friuli Venezia Giulia, ad ambienti di particolare interesse, in alcuni casi preclusi al grande pubblico all'interno del Palazzo Municipale : in primis la Sala del Consiglio, quindi la Galleria dei Sindaci e il Salotto Azzurro. In particolare questa volta si offre l'opportunità ai visitatori di ammirare uno scenario unico nel suo genere, da una prospettiva inusuale e accattivante come la Piazza Unità affacciata sul mare e le vele sull'acqua. E' inoltre previsto un intrattenimento musicale gentilmente offerto da Trieste Flute Association con l'Orchestra di flauti del Liceo Musicale Carducci Dante di Trieste, diretta da Ettore Michelazzi che ha sottolineato “la notevole competenza professionale e l'alto livello qualitativo della giovane orchestra degli studenti del Liceo di recente in trasferta in Toscana per alcuni concerti e molto conosciuti e apprezzati anche in regione”. L'esibizione musicale in Municipio si avvarrà di flauti contralti, bassi e di un raro flauto 'contrabbasso' con l'esecuzione di musiche di Bellini e altri autori classici, ma anche arrangiamenti 'moderni', e l'esibizione canora di una giovane soprano su un'aria di Haendel.
Ribadita anche l'importanza del coinvolgimento dei giovani del FAI, da parte di Michele Dacol, in iniziative come questa assieme a tante altre organizzate “per scoprire luoghi così importanti che è necessario conoscere da una prospettiva diversa e interssante, grazie anche alla stretta collaborazione rafforzatasi negli anni con il Comune di Trieste”.
Il percorso, come detto, offrirà a cittadini e turisti l'opportunità di entrare, forse per la prima volta nella Sala Consiliare dove saranno accompagnati da esperti che avranno il compito di far conoscere e apprezzare l'importanza artistica e il significato della costruzione allegorica della maestosa tela di Cesare Dell'Acqua, “La prosperità commerciale di Trieste”, commissionata dal Municipio all'artista nel 1875. L'opera esalta la città e la sua natura imprenditoriale, centro di scambi e traffici dal nord al Mediterraneo e più lontano ancora fino a toccare l'Estremo Oriente; una comunità attenta alle arti e ai tanti sviluppi della modernità, dai collegamenti ferroviari, alle navi a vapore, al telegrafo. Sui pennoni dei pubblici palazzi sventolano i colori dell'Austria mentre la giovane donna che simboleggia Trieste evoca con le sue vesti le antiche origini romane dell'urbe.
Inoltre si potrà percorrere parte della Galleria dei Sindaci dove sono esposti i ritratti dei podestà e di tutti i primi cittadini, nonché visitare il Salotto Azzurro, sala di rappresentanza destinata alle visite istituzionali. Qui, nello specifico, sarà possibile osservare l'olio su tela “Allegoria della navigazione”, dipinto da Hans Makart nel 1878, in occasione dei festeggiamenti per le nozze d'argento dell'Imperatore Francesco Giuseppe e della sua consorte Elisabetta. L'opera che celebra il Lloyd austro-ungarico e la navigazione sul Danubio, venne acquistata dal Museo Revoltella nel 1901. Come Dell'Acqua anche il pittore austriaco sviluppa il tema prescelto ricorrendo a una raffigurazione allegorica. Una messinscena affatto insolita per Makart, uno dei più importanti artisti della seconda metà dell'Ottocento, interprete della Vienna imperiale, pittore dal “grandioso storicismo e dalla superba retorica accademica” (Fernando Mazzocca). Tra i vari ritratti, quello di Francesco Hermet, uomo di cultura e teatro, giornalista e assicuratore, vicepresidente del consiglio di Trieste dal 1869 al 1879: in questa veste sostenne con forza la realizzazione del dipinto di Dell'Acqua. Il suo ritratto è opera di un altro importante maestro triestino: Eugenio Scomparini.
Ai visitatori verrà anche illustrata una significativa selezione di documenti tratti dall'Archivio Generale: alcuni disegni dedicati alla Sala del Consiglio e al dipinto di Dell'Acqua, i verbali e la corrispondenza relativi all'opera, oltre ai volumi che illustrano la Piazza Grande, ora dell'Unità d'Italia.
Per partecipare all'evento, totalmente gratuito, è necessaria la prenotazione: si potrà effettuare online, tramite il sistema Eventbrite, raggiungibile direttamente dalla pagina Facebook del Comune di Trieste, dove verrà creato l'evento dedicato,o di persona presso lo sportello dell'URP- Via della Procureria 2/A -, dal 27 settembre al 5 ottobre 2017, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle10.30; il lunedì e il mercoledì anche dalle 15 alle16. In entrambi i casi viene rilasciata una ricevuta attestante la prenotazione e l'orario della visita. Verrà anche richiesta una liberatoria che autorizzi il personale del Comune a fotografare i gruppi durante il percorso.
I partecipanti, muniti di ricevuta di prenotazione, devono presentarsi in Piazza Unità, sotto i portici del Comune, 15 minuti prima dell'orario di accesso loro assegnato, dove troveranno ad attenderli il personale addetto all'accoglienza. A ricordo della giornata, ogni persona riceverà in omaggio una brochure dedicata ai dipinti di Cesare Dell'Acqua e di Hans Makart.
Le visite, della durata complessiva di circa 45 minuti, prevedono la suddivisione dei partecipanti in gruppi con questa articolazione oraria: ore 15.00 -15.45 I gruppo con guida in lingua inglese; ore 16.00 -16.45 II gruppo con guida in inglese; ore 17.00 -17.45 III gruppo con guida in lingua italiana; ore 18.00 -18.45 IV gruppo con guida in lingua italiana. Ogni gruppo sarà formato da non più di 60 persone.
L'evento, coordinato dall'Ufficio Comunicazione-Direzione Generale e Risorse Umane, vedrà coinvolte diverse Aree comunali: Scuola, Educazione, Cultura e Sport, Servizi generali, Città Territorio e Ambiente, Polizia locale, Sicurezza e Protezione Civile. Il Centro Stampa realizzerà le brochure in inglese e in italiano da distribuire ai visitatori.

Comts/RF





distanziatoreComunicati stampa