Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 6/9/2017

AL VIA LUNEDÌ 11 SETTEMBRE (METEO PERMETTENDO) I LAVORI DI COMPLETA RIQUALIFICAZIONE DELLA CENTRALE VIA XXX OTTOBRE.


UN VOLTO NUOVO, SPICCATAMENTE PEDONALE E APERTO AL TRAFFICO CICLABILE, PER UNA “RETE” CITTADINA A DUE RUOTE SEMPRE PIÙ ESTESA


Inizieranno lunedì 11 settembre, meteo permettendo, gli ampi lavori di riqualificazione destinati a conferire un volto del tutto nuovo, a dimensione prevalentemente pedonale, alla centralissima via XXX Ottobre.
I cantieri, il cui “compito” principale sarà la sostituzione degli attuali asfalti con una pavimentazione in pietra arenaria, e perciò con una decisiva trasformazione e abbellimento di questo importante asse viario, che connette in linea diretta piazza Oberdan con piazza Sant'Antonio Nuovo - e, di conseguenza, con le successive arterie pedonali che portano fino alle Rive -, procederanno per singoli lotti corrispondenti ai cinque successivi tratti di isolati che costituiscono la via.
Il primo lotto dell'opera prenderà avvio – come detto – lunedì prossimo e riguarderà il tratto compreso tra via del Lavatoio-piazza Oberdan e via Milano.

“Per questo tratto iniziale prevediamo di completare i lavori verso metà novembre, comunque effettuando una pausa nei giorni della Barcolana per arrecare il minor disagio possibile alle attività commerciali e agli esercizi presenti in loco”, ha spiegato l'Assessore comunale ai Lavori Pubblici Elisa Lodi nel corso di una conferenza stampa tenuta oggi nella sala riunioni della Pianificazione Urbana municipale, assieme alla collega all'Urbanistica Luisa Polli, presente anche il direttore del Servizio Pianificazione, Mobilità e Traffico Giulio Bernetti.
“Per lo stesso motivo, anche il secondo tratto (Milano-Valdirivo) sarà avviato dopo la conclusione della grande kermesse velica, ovvero dal 13 ottobre in poi, per concludersi prevedibilmente prima di Natale. E così avanti per terminare il tutto a fine aprile 2018. Nella stessa ottica del minor disagio agli esercenti – ha osservato ancora la Lodi – i vari dehors dovranno venir tolti solo all'ultimo momento, cioè solo quando il cantiere effettivamente arriverà in quel determinato tratto.”

Aspetti questi che sono stati ribaditi con forza dall'Assessore all'Urbanistica Luisa Polli la quale, dopo aver ricordato come questo intervento di riqualificazione costituisca un'ulteriore applicazione dei Piani PISUS (Piani Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile), con impiego dei relativi fondi, così proseguendo nel prefissato “obiettivo di stimolare lo sviluppo dell’area urbana centrale anche tramite il progressivo ampliamento delle aree a prevalente valenza pedonale”, ha quindi voluto particolarmente sottolineare come l'intera “operazione XXX Ottobre” sia stata delineata e messa a punto, anche nei dettagli e nella tempistica delle diverse fasi, attraverso una previa e puntuale consultazione con i titolari delle attività economiche presenti in zona. “E ciò allo scopo – ha proseguito la Polli - di sentire dai diretti interessati i problemi e le necessità concrete per meglio “calibrare” quindi gli interventi da porre in atto.”
“In tal senso, e proprio a seguito di questi confronti – ha detto ancora l'Assessore comunale all'Urbanistica -, è stato ad esempio stabilito di trasferire nella vicina via Mercadante l'area di carico-scarico che finora sussisteva in via XXX Ottobre. Mentre potranno convivere nel nuovo asse pedonale l'esposizione di dehors e la libera circolazione delle biciclette in entrambi i sensi di marcia. Non va sottovalutato – ha rimarcato in proposito la Polli – come verrà con ciò a costituirsi un ulteriore “tassello” di un ormai ben più ampio tragitto ciclabile che sempre più si estende, con varie articolazioni, nel centro città. Non a caso, anche in quest'ottica, per la maggior sicurezza dei ciclisti, oltre che dei pedoni, oltre alle già esistenti strisce pedonali, due nuovi impianti semaforici saranno installati agli incroci tra via XXX Ottobre e gli assi di grande traffico Milano e Valdirivo, analogamente a quanto fatto in precedenza, più in basso, nella parallela via Trento.”
L'insieme dell'intervento – è stato ancora precisato – ha richiesto anche una variante al Piano del Traffico (approvata dall'Esecutivo municipale nel giugno scorso) trasformando in “pedonali” i due tratti finora a regime di ZTL (Zone a Traffico Limitato) tra le vie Milano-Valdirivo-Torrebianca; mentre, viceversa, rimarrà transitabile per le auto, pur su carreggiata ridotta (e solo qui ancora in asfalto), con un marciapiede allargato e sopprimendovi di conseguenza circa 5 spazi di parcheggio, il solo tratto di via XXX Ottobre compreso tra le vie Torrebianca e Machiavelli per consentire l'accesso ai parcheggi a pagamento e ai diversi passi carrabili e garage esistenti.

Proprio questo tratto, “fisicamente” penultimo sulla carta, sarà invece, per la sua maggior complessità, lasciato per ultimo nei lavori, hanno concluso infine la Polli e la Lodi, che hanno ancora ricordato come l'intera opera comporterà una spesa di quasi 800.000 Euro.

Il progetto è stato interamente redatto dai tecnici comunali (ing. Luca Folin, ing. Silvia Fonzari e arch. Laura Visintin); direzione lavori affidata sempre ai comunali ing. Luca Folin, p.i. Alessandro Loy e geologo Giorgio Tagliapietra; impresa esecutrice la “Friulana Costruzioni” di Sedegliano (UD), responsabile del procedimento l'ing. Enrico Cortese, direttore del Servizio Strade del Comune di Trieste.


COMTS – FS

foto

foto


distanziatoreComunicati stampa